Cerca
Close this search box.

Aliquota Ires dimezzata sui proventi da locazioni

Ente di assistenza e beneficenza: Aliquota Ires dimezzata per i proventi immobiliari reinvestiti nell'attività istituzionale.

Ente di assistenza e beneficenza: i proventi derivanti dalla locazione del patrimonio immobiliare scontano l’aliquota Ires dimezzata purché reinvestiti nell’attività istituzionale. Questo il chiarimento reso dall’Agenzia delle Entrate con la risposta n. 464 che, in linea con la Circolare n. 15/e del 2022, apre alla possibilità di applicare la Mini IRES sui proventi immobiliari a determinate condizioni. In particolare l’istante, un ente che provvede all’assistenza degli orfani del personale di un Ministero, si rivolge all’Amministrazione finanziaria per chiedere la conferma – alla luce del recente orientamento di prassi – della possibilità di applicare l’aliquota IRES ridotta (art. 6 DPR 601/1973) ai proventi derivanti dalla locazione dei propri immobili. Viene, infatti, specificato che per la gestione del patrimonio immobiliare l’ente non pone in essere alcuna attività organizzata in forma di impresa limitandosi a riscuotere i canoni di locazione e a destinarli all’attività istituzionale. A fronte di tale quesito, l’Agenzia delle Entrate si sofferma innanzitutto sulla portata applicativa dell’art. 6 del DPR 601/1973. Una norma che consente a categorie di enti espressamente individuati (i.e. enti di assistenza e ospedalieri) di poter beneficiare di un’aliquota IRES ridotta sui redditi derivanti dallo svolgimento delle proprie attività istituzionali e il cui ambito applicativo è stato esteso, con riferimento agli enti religiosi, anche ai proventi ritraibili dal mero godimento del patrimonio immobiliare. E proprio su tale aspetto che l’Agenzia delle Entrate si concentra al fine di fornire una risposta positiva al quesito avanzato. Correttamente, in linea con quanto ribadito dalla Circolare 15/e del 2022 per gli enti religiosi, anche le altre categorie di enti individuati dall’art. 6 citato, possono beneficiare dell’aliquota IRES ridotta nel caso di gestione di mero godimento del proprio patrimonio immobiliare. Attività che potrà realizzarsi nella riscossione dei canoni di locazione a condizione che non vi sia una specifica e dedicata organizzazione di mezzi e risorse funzionali all’ottenimento di un risultato economico e i proventi siano utilizzati per raggiungere i fini istituzionali dell’ente. Al fine, quindi di escludere lo svolgimento di una attività organizzata in forma di impresa, che non consentirebbe di applicare l’aliquota IRES ridotta, occorrerà verificare, caso per caso, che l’ente non impieghi strutture e mezzi organizzati con fini di concorrenzialità sul mercato, o che non si avvalga di altri strumenti propri degli operatori di mercato. Requisiti questi che, nel caso di specie, risultano soddisfatti atteso che l’ente rientra tra gli enti di assistenza e beneficenza e che per la gestione del patrimonio non viene posta in essere alcuna attività organizzata in forma di impresa. Si tratta, quindi, di una precisazione fornita dall’Agenzia delle Entrate che scioglie qualsiasi dubbio in merito alla possibilità di applicare anche alle altre categorie di enti individuati dall’art. 6 citato l’aliquota IRES ridotta nel caso di mera riscossione dei canoni di locazione.

Fonte: Il Sole 24ORE

Condividi questo articolo

Notizie correlate

Novità Fiscali

Ravvedimento speciale e modalità di versamento

“Quali sono le modalità di versamento delle somme dovute per il ravvedimento speciale dei periodi d’imposta 2022 e precedenti?”  risponde Paolo Calderone  Al ricorrere delle condizioni

Desideri maggiori informazioni su bandi, finanziamenti e incentivi per la tua attività?

Parla con un esperto LHEVO

business accelerator