Cerca
Close this search box.

Un aiuto per i commercialisti delle zone alluvionate

Un aiuto concreto ai commercialisti coinvolti nelle alluvioni che hanno interessato Emilia-Romagna, Marche e Toscana a partire dal 1° maggio.

Un aiuto concreto ai commercialisti coinvolti nelle alluvioni che hanno interessato Emilia-Romagna, Marche e Toscana a partire dal 1° maggio. La Communitas Onlus della categoria ha pubblicato un avviso pubblico sul proprio sito (www.communitasonlus.it) per l’assegnazione delle donazioni raccolte a favore degli iscritti all’Albo della categoria che hanno subito dei danni perché operativi nelle zone elencate nell’allegato 1 della legge 100 del 31 luglio 2023.

La Onlus ha avviato un monitoraggio per conoscere le situazioni di difficoltà che hanno interessato gli iscritti agli Ordini delle diverse aree interessate, per finanziarne la ripresa delle attività lavorative e per agevolarne il ritorno alle normali condizioni di vita.

Lo ha comunicato il Consiglio nazionale che segnala l’iniziativa con l’informativa 117/2023.

Requisiti

Possono partecipare al bando gli iscritti all’albo dei dottori commercialisti ed esperti contabili che hanno lo studio o la residenza nei comuni colpiti dagli eventi alluvionali.

È necessario dimostrare, con apposita documentazione, l’entità dei danni subiti e i costi eventualmente sostenuti; è possibile appresentare altre situazioni di necessità che si sono verificate in conseguenza delle alluvioni.

I commercialisti che parteciperanno al bando sono tenuti a dichiarare le eventuali somme ricevute a qualsiasi titolo a fronte dei danni subiti.

La domanda

La domanda per partecipare al bando deve essere firmata digitalmente e inviata entro il 7 ottobre via pec all’indirizzo infocommunitasonlus@pec.it.

Nell’oggetto della mail va riportata la seguente dicitura: «Avviso pubblico finalizzato alla assegnazione delle donazioni raccolte a favore degli iscritti nell’albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili che hanno subito danni a causa degli eventi alluvionali verificatisi a partire dal 1° maggio 2023 che hanno colpito le zone elencate nell’allegato 1 della legge 31.07.2023 n 100 (GU n 177 del 31.7.2023)».

Alla domanda vanno allegati i seguenti documenti:
• Autocertificazione della propria iscrizione all’albo;
• Indicazione dell’indirizzo pec al quale inviare le comunicazioni relative alla procedura;
• Copia del documento d’identità in corso di validità;
• Documentazione che comprova la veridicità dei danni subiti o, in caso di richieste diverse, la veridicità delle situazioni di necessità rappresentate;
• Il conto bancario – codice Iban e nominativo dell’intestatario del conto – a cui si chiede siano inviate le somme che verranno erogate da Communitas Onlus in esito alla partecipazione al bando.

Va inoltre compilata e compilata la dichiarazione sostitutiva ex articolo 46, Dpr 445/2000 predisposta dalla Communitas Onlus.

Fonte: Il Sole24Ore

Condividi questo articolo

Notizie correlate

Novità Fiscali

Finti rimborsi fiscali: phishing di nuovo in azione

Nuova ondata di false comunicazioni a firma dell’Agenzia. L’intento è quello di attirare l’attenzione di ignare vittime, invogliandole a compilare un modulo web al fine di ottenere un presunto credito

Desideri maggiori informazioni su bandi, finanziamenti e incentivi per la tua attività?

Parla con un esperto LHEVO

business accelerator