Cerca
Close this search box.

Le scadenze fiscali e previdenziali dal 20 febbraio al 5 marzo 2023

Consulta tutte le scadenze fiscali e previdenziali dal 20 febbraio al 5 marzo 2023. Con LHEVO non perdi nessuna deadline!

20 febbraio 2023

Conai: dichiarazione mensile e liquidazione del contributo ambientale

Per i produttori e gli importatori di imballaggi scade oggi il termine per: › presentare la dichiarazione mensile relativa al mese di gennaio 2023, con l’elenco contenente il numero e la data di protocollo Iva attribuiti alle bolle doganali; › liquidare il contributo ambientale prelevato o dovuto per il mese di gennaio 2023 sulla base delle fatture emesse.

Modalità: › dichiarazione: modulistica predisposta dal Conai presentata in via telematica; › liquidazione: modello conforme a quello approvato dal Conai. Il versamento del contributo si effettua entro il 90° giorno successivo alla liquidazione.

FREQUENZA: MENSILE

Articolo 7, comma 10, Regolamento Conai; Dlgs 22/1997; Comunicato Conai 3 dicembre 1998; Delibera C.d.A. Conai 11 novembre 1999; articolo 9, L. 342/2000; articolo 2, Dpr 445/1997; Circolare Conai 8 ottobre 2013; Circolare Conai 27 aprile 2014

 

Enasarco, versamento dei contributi

Per le case mandanti scade oggi il termine per il versamento dei contributi dovuti per agenti e rappresentanti di commercio relativi al quarto trimestre 2022.

Modalità: il versamento va effettuato tramite la compilazione online della distinta di versamento e con pagamento tramite il sistema Sepa Direct Debit o bollettino bancario (MAV).

www. enasarco.it; articoli 1742 e 1752, Codice civile; Dlgs 30 giugno 1994, n. 509; Nota Min. Lavoro 25 marzo 2014; Regolamento Enasarco 2018; Circolare Inps 13 febbraio 2019, n. 25

 

22 febbraio 2023

Dichiarazione dei redditi precompilata, proroga dell’invio delle spese sanitarie

Scade oggi il termine per effettuare l’invio telematico, tramite il Sistema tessera sanitaria (Sts), dei dati delle spese sanitarie sostenute nel secondo semestre 2022 per la predisposizione del modello 730/Redditi 2023 persone fisiche precompilato, da parte dei medici e odontoiatri, farmacie pubbliche e private, Aziende sanitarie locali (Asl), aziende ospedaliere, istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, policlinici universitari, presidi di specialistica ambulatoriale, strutture per l’erogazione delle prestazioni di assistenza protesica e di assistenza integrativa, strutture autorizzate per l’erogazione dei servizi sanitari e non accreditate al Ssn, psicologi, infermieri, ostetriche, tecnici sanitari radiologia medica, ottici, esercizi commerciali che svolgono l’attività di distribuzione al pubblico di farmaci ai quali è stato assegnato dal Ministero della Salute il codice identificativo univoco (parafarmacie). Gli esercenti l’arte ausiliaria di ottico registrati in Anagrafe tributaria con il codice attività (primario o secondario) «47.78.20 – Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia» sono tenuti ad inviare al sistema Ts, entro oggi, le spese sostenute nel 2022.

Pertanto, è prorogata anche la data entro la quale i contribuenti possono comunicare la propria opposizione che potrà essere esercitata:– fino al 22 febbraio 2023 (anziché fino al 31 gennaio), con riferimento ai dati aggregati relativi ad una o più tipologie di spesa, mediante comunicazione all’agenzia delle Entrate;– dal 3 marzo 2023 al 30 marzo 2023 (anziché dal 9 febbraio all’8 marzo), in relazione ad ogni singola voce di spesa, accedendo direttamente all’area autenticata del sito Sts.Infine, viene prorogato dal 9 marzo 2023 al 31 marzo 2023, il termine a partire dal quale il Sts mette a disposizione dell’agenzia delle Entrate i dati delle spese sanitarie 2022 e dei relativi rimborsi.

Modalità di presentazione: invio dei dati esclusivamente in via telematica, registrandosi sul sito http://sistemats1.sanita.finanze.it /wps/portal/portalets/home.

FREQUENZA: SEMESTRALE

Articolo 3, Dlgs 175/2014; Dm 31 luglio 2015; provvedimento agenzia Entrate 29 luglio 2016; Decreto MEF 2 agosto 2016; Dm 1 settembre 2016; provvedimento agenzia Entrate 15 settembre 2016; Dm 16 settembre 2016; Dm 14 dicembre 2016; provvedimento agenzia Entrate 25 gennaio 2017, n. 17731; Dm 1 febbraio 2018; provvedimento agenzia Entrate 22 gennaio 2021; Dm 23 luglio 2021; Dm 28 novembre 2022; provvedimento agenzia Entrate 16 dicembre 2022, prot. n. 465446; Dm Ragioneria generale dello Stato 27 dicembre 2022; provvedimento agenzia Entrate 15 febbraio 2023

 

27 febbraio 2023

Presentazione degli elenchi Intrastat mensili

Scade oggi il termine per la presentazione degli elenchi Intrastat relativi alle cessioni e alle prestazioni di servizi intracomunitari effettuati nel mese di gennaio 2023. N.B. Con la Determinazione 23 dicembre 2021, n. 493869/RU, l’agenzia delle Dogane e dei Monopoli ha apportato alcune modifiche alla compilazione dei modelli Intrastat dall’1 gennaio 2022. In estrema sintesi, si ricorda che: – sono eliminati i modelli Intra-2bis e Iintra-2quater trimestrali; – è creato il nuovo modello Intra-1sexies relativo agli elenchi riepilogativi delle cessioni intracomunitarie in regime cd. call-off stock.Inoltre, nel modello Intra-1bis i soggetti che hanno realizzato nell’anno precedente o che, in caso di inizio dell’attività di scambi intracomunitari, presumono di realizzare nell’anno in corso, un valore delle spedizioni o degli arrivi superiore a 20 milioni di euro, dovranno inserire i dati relativi alla natura della transazione a due cifre (colonne A e B). Dall’1 ottobre 2021, il Dm 21 giugno 2021 ha soppresso l’obbligo di presentazione degli elenchi riepilogativi con riferimento agli acquisti e cessioni con San Marino. In sede di conversione del Dl 73/2022, l’articolo 3, comma 2, lettera b) ha stabilito che i modelli Intrastat ovvero gli elenchi riepilogativi mensili e trimestrali delle operazioni intra Ue in base all’articolo 50-bis, Dl 331/1993 devono essere presentati entro il giorno 25 del mese successivo al periodo di riferimento.

Modalità di presentazione: in via telematica all’agenzia delle Dogane, direttamente (Fisconline) o tramite intermediari abilitati (sistema Edi o Entratel).

FREQUENZA: MENSILE

Articolo 6, Dl 16/1993, conv. con Legge 75/1993; Dlgs 11 febbraio 2010, n. 18; Cm 17 febbraio 2010, n. 5/E; Dm 22 febbraio 2010; Cm 18 marzo 2010, n. 14/E; articolo 4, comma 4, Dl 193/2016, conv. con modif. con Legge 225/2016; Nota agenzia Dogane 10 gennaio 2017, n. 244/RU; articolo 13, comma 4-ter – 4-quinquies, Dl 244/2016, conv. con modif. con Legge 19/2017; Determinazione agenzia Dogane 8 febbraio 2018, n. 13799/RU; Determinazione agenzia delle Dogane 23 dicembre 2021, n. 493869/RU

 

Enpaia datori di lavoro agricolo, contributi mensili

Per i datori di lavoro agricolo, scade oggi il termine per il versamento dei contributi previdenziali degli impiegati agricoli dovuti all’Enpaia per il periodo di paga scaduto nel mese di gennaio 2023.Entro oggi deve anche essere presentata la denuncia delle retribuzioni mensili e della relativa contribuzione. La denuncia modello Dipa va presentata in via telematica.

Modalità: versamento tramite Mav on-line o tramite bonifico bancario: Banca Popolare di Sondrio, sede di Roma, IBAN IT71Y0569603211000036000X17. Dall’1 marzo 2022, i versamenti dei contributi e il pagamento dei debiti delle aziende in contenzioso e dei canoni di locazione degli immobili, si possono effettuare attraverso i canali (online e fisici; con bancomat, carta e in contanti) di banche e altri prestatori di servizio a pagamento (PSP) aderenti al circuito PagoPa.

FREQUENZA: MENSILE

Legge 29 novembre 1962, n. 1655; Circolare Enpaia 22 dicembre 2008, n. 2; Circolare Enpaia 21 ottobre 2010, n. 2; Circolare Enpaia 22 marzo 2014, n. 47762

 

28 febbraio 2023

Accise gas metano, versamento mensile

Scade oggi il termine per effettuare il versamento della rata di acconto mensile calcolata in base ai consumi del 2022.

Modalità di versamento: alla Tesoreria provinciale dello Stato; i versamenti possono essere effettuati utilizzando il Modello F24 telematico, con possibilità di compensazione con altre imposte e contributi.

FREQUENZA: MENSILE

Articolo 26, comma 8, Dlgs 504/1995, modif. dall’articolo 4, comma 1, lettera b), Dl 669/1996, conv. con Legge 30/1997 e dall’articolo 12, Legge 488/1999; Dm 25 marzo 2002; Dlgs 2 febbraio 2007, n. 26; provvedimento agenzia Entrate 23 ottobre 2007; provvedimento agenzia Entrate 12 marzo 2012

 

Bonus acqua potabile

Per le persone fisiche, esercenti attività d’impresa o lavoro autonomo, enti non commerciali compresi gli Enti del terzo settore e gli enti religiosi civilmente riconosciuti che sostengono le spese relative al cd. «bonus acqua potabile» su immobili posseduti o detenuti in base a un titolo idoneo, scade oggi il termine per l’invio telematico all’agenzia delle Entrate della domanda per l’ottenimento del bonus relativo alle spese sostenute nel 2022 per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e addizione di anidride carbonica E 290 per il miglioramento qualitativo delle acque destinate al consumo umano erogate da acquedotti.Per razionalizzare l’uso dell’acqua e ridurre il consumo di contenitori di plastica, è previsto un credito d’imposta del 50% da applicare al seguente limite di spesa: 1.000 euro per ciascun immobile, per le persone fisiche e 5.000 euro per ogni immobile adibito all’attività commerciale o istituzionale, per gli esercenti attività d’impresa, arti e professioni e gli enti non commerciali. L’Agenzia – si veda News agenzia delle Entrate 1 febbraio 2023 – ha fatto sapere che è stato aperto il canale telematico – che sarà utilizzabile fino al 28 febbraio 2023 – per l’invio delle domande per richiedere l’agevolazione.

Modalità: l’invio della domanda va effettuato direttamente mediante il servizio web disponibile nell’area del sito dell’agenzia delle Entrate o tramite un intermediario abilitato.

Articolo 1, commi 1087-1089, Legge 178/2020; provvedimento agenzia Entrate 16 giugno 2021; Comunicato stampa agenzia Entrate 1 febbraio 2022; provvedimento agenzia Entrate 31 marzo 2022; Rm 1 aprile 2022, n. 17/E

 

Operazioni in oro, dichiarazione all’Unità di informazione finanziaria (Uif) 

Ai fini di prevenzione e contrasto del riciclaggio, per i soggetti che effettuano operazioni in oro da investimento e in materiale d’oro ad uso prevalentemente industriale, scade oggi il termine per la presentazione all’Unità di informazione finanziaria (Uif) della dichiarazione delle operazioni di importo pari o superiore a 12.500 euro effettuate nel mese precedente (gennaio 2023).

Modalità di presentazione: la dichiarazione va trasmessa in via telematica, tramite le funzionalità disponibili sul portale Infostat-Uif, con due modalità di invio alternative (data entry o upload).

FREQUENZA: MENSILE

Legge 17 gennaio 2000, n. 7; provvedimento Uic 14 luglio 2000; Circolare Uic 28 marzo 2001; Comunicazione Uif 1 agosto 2014; Comunicazione Uif del 27 marzo 2020

 

Fatture elettronice, versamento dell’imposta di bollo

Scade oggi il termine per il versamento dell’imposta di bollo dovuta per le fatture elettroniche emesse nel quarto trimestre 2022.Ex articolo 7bis, comma 3, Dl 43/2013, l’imposta di bollo da applicare alle fatture di importo superiore a 77,47 euro è pari a 2 euro.Come disposto dall’articolo 17, Dl 124/2019, in caso di omesso, insufficiente o tardivo versamento dell’imposta di bollo dovuta sulle fatture elettroniche, l’agenzia delle Entrate comunica in via telematica al contribuente l’ammontare dell’imposta da versare e della sanzione dovuta (30% dell’importo non versato) ridotta a un terzo e degli interessi. N.B. Dal 2021 viene modificato il termine per il versamento dell’imposta di bollo sulle fatture elettroniche a seguito delle modifiche apportate all’articolo 6, Dm 17 giugno 2014 dal Dm 4 dicembre 2020. Dalle fatture emesse dal 2021 il versamento va effettuato entro la fine del secondo mese successivo alla fine di ciascun trimestre (il versamento del bollo del secondo trimestre scade alla fine del terzo mese successivo).Inoltre, se il bollo complessivamente dovuto nel primo trimestre solare non supera 250 euro, il contribuente, in luogo della scadenza ordinaria, può pagare entro il termine previsto per il versamento dell’imposta relativa al secondo trimestre e quindi entro il 30 settembre. Se l’importo dell’imposta per i primi due trimestri solari, complessivamente considerato, non supera 250 euro, il pagamento può essere effettuato entro il termine previsto per il versamento dell’imposta relativa al terzo trimestre (entro il 30 novembre).

Modalità di versamento: addebito diretto sul c/c bancario o postale tramite il servizio disponibile sul sito Internet dell’agenzia delle Entrate ovvero con il modello F24 precompilato.Codici tributo: 2521 bollo su fatture elettroniche primo trimestre; 2522 bollo su fatture elettroniche secondo trimestre; 2523 bollo su fatture elettroniche terzo trimestre; 2524 bollo su fatture elettroniche quarto trimestre; 2525 sanzioni; 2526 interessi.

FREQUENZA: TRIMESTRALE

Articolo 7bis, comma 3, Dl 43/2013, conv. con modif. con L. 71/2013; articolo 6, Dm 17 giugno 2014; Dm 28 dicembre 2018; Rm 9 aprile 2019, n. 42/E; articolo 17, Dl 124/2019; Dm Mef 4 dicembre 2020

 

Pagamento in modo virtuale dell’imposta di bollo

Per i soggetti autorizzati al pagamento in modo virtuale dell’imposta di bollo, scade oggi il termine per effettuare il versamento della prima rata bimestrale.

Modalità di versamento: con il Modello F24 (codici tributo: 2505-rata; 2506-acconto; 2507-sanzioni; 2508-interessi).

FREQUENZA: BIMESTRALE

Articolo 15, Dpr 26 ottobre 1972, n. 642; Dm 17 dicembre 1998; Cm 2 giugno 1999, n. 123/E; Dpcm 21 gennaio 2013; Rm 27 febbraio 2013, n. 14/E; provvedimento agenzia Entrate 3 febbraio 2015; Rm 3 febbraio 2015, n. 12/E; Cm 14 aprile 2015, n. 16/E

 

Autoliquidazione Inail, denuncia annuale del datore di lavoro

Entro oggi i datori di lavoro soggetti ad assicurazione Inail devono presentare, in via telematica, la dichiarazione delle retribuzioni annuali relative ai soggetti assicurati nel 2022, comprensiva dell’eventuale comunicazione del pagamento in quattro rate, al fine di calcolare il premio assicurativo dovuto.

Modalità di presentazione: per i datori di lavoro titolari di Pat (posizioni assicurative territoriali) le dichiarazioni delle retribuzioni vanno presentate con i servizi telematici «Alpi online» e «Invio telematico dichiarazione salari». I datori di lavoro del settore marittimo titolari di Pan (posizioni assicurative navigazione) devono trasmettere le dichiarazioni delle retribuzioni con il servizio online «Invio retribuzioni e calcolo del premio».

FREQUENZA: ANNUALE

Articolo 28, comma 4, Dpr 30 giugno 1965 n. 1124; Legge 449/1997; Legge 144/1999; Legge 296/2006; Dm 9 febbraio 2015; Nota Inail 13 gennaio 2017, n. 575; Nota Inail 22 gennaio 2018, n. 1387; Circolare Inail 11 gennaio 2019, n. 1; Istruzioni operative Inail del 13 gennaio 2020

 

Ires acconti d’imposta, versamento 

Per i soggetti Ires con esercizio non coincidente con l’anno solare per i quali febbraio 2023 è l’undicesimo mese dell’esercizio sociale, scade oggi il termine per versare la seconda o unica rata di acconto Ires e la seconda o unica rata di acconto Irap. L’acconto Ires (e quello Irap) è pari al 100%.

Modalità di versamento: con il modello F24 on-line. Codici tributo: Ires 2002; Irap 3813.

FREQUENZA: ANNUALE

Legge 97/1977; articoli 30 e 37, Dlgs 446/1997; articolo 15-bis, Dl 81/2007, conv. con modif. con Legge 127/2007; articolo 11, Dl 76/2013; articolo 15, comma 4, Dl 102/2013, conv. con modif. dalla Legge 124/2013; Dm 30 novembre 2013

 

Comunicazione delle liquidazioni periodiche Iva

Per i soggetti passivi Iva scade oggi il termine per la presentazione della comunicazione dei dati contabili riepilogativi delle liquidazioni periodiche Iva (Lipe) relative al quarto trimestre 2022.Sono esonerati i soggetti non obbligati alla presentazione della dichiarazione annuale Iva o all’effettuazione delle liquidazioni periodiche (ad esempio, i soggetti che hanno registrato esclusivamente operazioni esenti, i contribuenti in regime forfetario). L’articolo 16, Dl 124/2019, conv. con modif. con Legge 157/2019, ha previsto che l’agenzia delle Entrate, a decorrere dalle operazioni Iva effettuate dall’1 luglio 2020, metta a disposizione dei soggetti passivi Iva residenti e stabiliti in Italia, le bozze comunicazioni delle liquidazioni periodiche dell’Iva.

Modalità di presentazione: il modello denominato «Comunicazione Liquidazioni periodiche Iva» va presentato, esclusivamente in via telematica, direttamente dal contribuente o tramite intermediari abilitati.

FREQUENZA: TRIMESTRALE

Articolo 21-bis, Dl 78/2010, conv. con modif. con Legge 122/2010; articolo 4, comma 2, Dl 193/2016, conv. con modif. con Legge 225/2016; Cm 7 febbraio 2017, n. 1/E; provvedimento agenzia Entrate 27 marzo 2017; Dpcm 22 maggio 2017; provvedimento agenzia Entrate 21 marzo 2018; articolo 16, Dl 124/2019, conv. con modif. con Legge 157/2019

 

Dichiarazione Iva Ioss mensile e liquidazione

Per i soggetti aderenti al regime opzionale Ioss (il regime Ioss interessa anche i marketplace), scade oggi il termine per la trasmissione telematica della dichiarazione Iva IOSS mensile contenente l’indicazione, per ogni Stato membro l’imponibile, l’aliquota e l’imposta dovuta per le cessioni di beni effettuate relative alle vendite a distanza di beni importati (in spedizioni di valore intrinseco non superiore a euro 150), da parte dei soggetti iscritti al (nuovo) Sportello unico per le importazioni (IOSS).Entro oggi va effettuato il versamento dell’Iva complessivamente dovuta nel periodo di riferimento.

Modalità: la trasmissione della dichiarazione avviene in via telematica per il tramite del portale OSS.

FREQUENZA: MENSILE

Articoli 40-41, Dl 331/1993; articolo 2 della direttiva UE 2017/2455; direttiva 2010/24/UE del Consiglio; regolamento UE n. 904/2010; articolo 74-sexies, Dpr 633/1972, come modificato dal Dlgs 83/2021

 

Editori, annotazioni delle operazioni

Scade oggi il termine per effettuare l’annotazione negli appositi registri delle indicazioni obbligatorie ai fini Iva relative al mese di dicembre 2022.

FREQUENZA: MENSILE

Articolo 39, Dpr 26 ottobre 1972, n. 633; Dm 9 aprile 1993

 

Tipografie e rivenditori autorizzati, trasmissione telematica della comunicazione

Scade oggi il termine per effettuare la comunicazione all’agenzia delle Entrate competente, da parte delle tipografie e dei rivenditori autorizzati, dei dati identificativi dei soggetti che hanno acquistato stampati fiscali nell’anno 2022.

Modalità: i dati relativi alle forniture effettuate nel 2022 devono essere trasmessi in via telematica, direttamente o tramite un intermediario abilitato.

FREQUENZA: ANNUALE

Articolo 10, comma 6, Dm 29 novembre 1978; articolo 4, Dm 28 gennaio 1983; articoli 3 e 4, comma 3, Dpr 5 ottobre 2001, n. 404; Rm 10 gennaio 2003, n. 5/E; articolo 4, Dpr 16 aprile 2003, n. 126

 

Iva enti non commerciali e agricoltori esonerati, acquisti intracomunitari 

Per gli enti, le associazioni e le altre organizzazioni di cui all’articolo 4, comma 4, Dpr 633/1972 e gli agricoltori in regime di esonero Iva di cui all’articolo 34, comma 6, dello stesso Dpr 633/1972, scade oggi il termine per effettuare la liquidazione e il versamento dell’Iva (codice tributo: 6099) relativa agli acquisti intracomunitari registrati nel secondo mese precedente e per presentare la dichiarazione mensile dell’ammontare degli acquisti intracomunitari di beni registrati nel secondo mese precedente, dell’ammontare dell’imposta dovuta e degli estremi del relativo versamento.

Modalità: la dichiarazione (modello Intra-12) si presenta in via telematica all’agenzia delle Entrate. Il versamento si effettua con il modello F24.

FREQUENZA: MENSILE

Articolo 4, comma 4, Dpr 633/1972; articolo 34, comma 6, Dpr 633/1972; articolo 49, Dl 331/1993, conv. con Legge 427/1993; Dm 9 dicembre 1997; Dm 17 dicembre 1998; Cm 6 settembre 2000, n. 136/E; Dlgs 18/2010; provvedimento agenzia Entrate 16 aprile 2010; provvedimento agenzia Entrate 25 agosto 2015, n. 110450

 

Iva operazioni di sedi secondarie, adempimenti 

Scade oggi il termine per effettuare la fatturazione, la registrazione e l’annotazione dei corrispettivi e la registrazione degli acquisti, relativamente alle operazioni compiute nel mese di gennaio 2023 mediante sedi secondarie o altre dipendenze che non vi provvedano direttamente. Nota: procedura per le operazioni effettuate dalle imprese fuori dalla loro sede tramite dipendenti, ausiliari o intermediari.

FREQUENZA: MENSILE

Articolo 73, comma 1, lettera a), Dpr 633/1972; Dm 18 novembre 1976, modificato dal Dm 6 giugno 1979

 

Iva scambi intracomunitari, annotazione fatture 

Scade oggi il termine per effettuare l’annotazione delle fatture inerenti ad acquisti intracomunitari, ricevute nel mese di gennaio 2023. L’annotazione può essere effettuata anche successivamente, purché entro il 15 del mese successivo di ricevimento delle fatture stesse ma con riferimento al mese di ricezione del documento.

Modalità: l’annotazione delle fatture va effettuata nei registri Iva delle vendite (fatture emesse) e degli acquisti (fatture ricevute).

FREQUENZA: MENSILE

Articoli 38, comma 2 e 3, lettera b), 46, comma 1, e 47, Dl 331/1993, conv. con Legge 427/1993

 

Iva scambi intracomunitari: autofatture e fatture integrative 

Scade oggi il termine per la verifica del mancato ricevimento di fattura per operazioni di acquisti intracomunitari effettuati nel mese di gennaio. L’autofattura per regolarizzare l’operazione va emessa entro il giorno 15 del mese successivo, ma l’annotazione deve essere riferita al mese precedente. Entro il medesimo giorno 15 del mese successivo alla registrazione – avvenuta in novembre – va emessa una autofattura per regolarizzare una fattura indicante un corrispettivo inferiore a quello reale, annotando – comunque – la stessa nel mese di gennaio.

FREQUENZA: MENSILE

Articolo 46, comma 5, e Articolo 47, comma 1, Dl 331/1993, conv. con Legge 427/1993

 

Intermediari finanziari, comunicazione dei dati 

Per gli operatori finanziari di cui all’articolo 7, comma 6, Dpr 29 settembre 1973, n. 605 scade oggi il termine per la comunicazione in via telematica all’Anagrafe tributaria dei dati relativi ai soggetti con i quali sono stati intrattenuti rapporti di natura finanziaria iniziati, modificati o cessati nel mese di gennaio 2023.

Modalità: i soggetti obbligati alle comunicazioni devono utilizzare il servizio telematico Entratel o il servizio Internet (Fisconline) o un intermediario abilitato.

FREQUENZA: MENSILE

Articolo 7, comma 6, Dpr 605/1973; provvedimento agenzia Entrate 19 gennaio 2007; Cm 4 aprile 2007, n. 18/E; provvedimento agenzia Entrate 29 febbraio 2008

 

Inps, denuncia Uniemens individuale 

Per i datori di lavoro, scade oggi il termine per effettuare la trasmissione telematica della denuncia mensile dei contributi previdenziali Inps dei lavoratori dipendenti, e per co.co.co. e lavoratori autonomi occasionali con reddito annuo oltre 5.000 euro (mese di gennaio 2023).

Modalità di presentazione: invio telematico del modello Uniemens.

FREQUENZA: MENSILE

Messaggio Inps 25 maggio 2009, n. 11903; Messaggio Inps 25 novembre 2009, n. 27172; Messaggio Inps 5 febbraio 2010, n. 3872; Messaggio Inps 3 marzo 2010, n. 6323; Messaggio Inps 22 gennaio 2019, n. 279; Circolare Inps 12 marzo 2020, n. 37

 

Inps enti pubblici, denuncia «Dam»

Per gli enti pubblici, scade oggi il termine per l’invio telematico dei dati relativi alle retribuzioni corrisposte nel mese di gennaio 2023 con la Dichiarazione analitica mensile (DAM).

Modalità: invio telematico della denuncia «DAM2» integrata nel flusso Uniemens (ramoListePosPA).

FREQUENZA: MENSILE

Articolo 44, comma 9, Legge 326/2003; circolare Inps 7 agosto 2012, n. 105

 

Irpef, conguaglio sui redditi di lavoro dipendente

Per i sostituti d’imposta scade oggi il termine per effettuare il conguaglio relativo al 2022 tra le ritenute operate e l’imposta dovuta sui redditi di lavoro dipendente.

FREQUENZA: ANNUALE

Articolo 23, Dpr 29 settembre 1973, n. 600; Cm 23 dicembre 1997, n. 326/E; Cm 9 gennaio 2008, n. 1/E

 

Contratti di affitto di fondi rustici, denuncia

Per i contratti di affitto di fondi rustici non formati per atto pubblico o scrittura privata autenticata, scade oggi il termine per la presentazione all’Ufficio dell’agenzia delle Entrate di un’apposita denuncia relativa ai contratti in essere nell’anno 2022.

Modalità: la denuncia va presentata all’Ufficio delle Entrate in duplice esemplare originale.

FREQUENZA: ANNUALE

Articolo 17, comma 3-bis, Dpr 26 aprile 1986, n. 131; Cm 12 febbraio 1999, n. 36/E; Cm 11 luglio 2000, n. 142/E; provvedimento agenzia Entrate 8 febbraio 2005

 

Imposta sulle assicurazioni, versamento mensile 

Scade oggi il termine per il versamento dell’imposta dovuta sui premi ed accessori incassati nel mese precedente (gennaio 2023), nonché degli eventuali conguagli dell’imposta dovuta sui premi ed accessori incassati nel secondo mese precedente (dicembre 2022).

Modalità di versamento: versamento in via telematica con il modello F24 – accise.

FREQUENZA: MENSILE

Articolo 9, Legge 1216/1961, modif. dall’articolo 5, Dl 328/1997, conv. con Legge 410/1997; Dm 17 dicembre 1998; Dm 15 luglio 2010; Rm 22 ottobre 2010, n. 109/E; articolo 17, comma 3, Dlgs 68/2011; provvedimento agenzia Entrate 29 dicembre 2011; provvedimento agenzia Entrate 30 aprile 2013

 

Fasi aziende industriali, versamento contributi sanitari

Scade il termine per il versamento al Fondo assistenza sanitaria integrativa (Fasi) dei contributi relativi al primo trimestre 2023.

Modalità: il versamento va effettuato on-line utilizzando il bollettino bancario (bollettino freccia) o l’addebito diretto SEPA DIRECT DEBIT (SDD B2B).

FREQUENZA: TRIMESTRALE

Accordo Confindustria e Federmanager 25.11.2009; www.fasi.it

 

Inps (ex Enpals), denuncia contributiva mensile unificata 

Scade oggi il termine per effettuare la presentazione in via telematica della denuncia contributiva mensile unificata relativa ai contributi dovuti per il periodo di paga scaduto nel mese di gennaio 2023.

Modalità: presentazione della denuncia on-line.

FREQUENZA: MENSILE

Legge 366/1973; Legge 91/1981; Dpr 357/2003; articolo 1, comma 188, Legge 296/2006; Dl 201/2011, conv. con modif. con Legge 214/2011; Circolare Inps 18 marzo 2013, n. 41; Circolare Inps 3 dicembre 2014, n. 154

 

Tasse automobilistiche rimorchi, rinnovo

Scade oggi il termine per effettuare il rinnovo delle tasse automobilistiche relative al periodo decorrente dall’1 febbraio 2023 per i veicoli diversi da quelli di cui all’articolo 1, comma 1, lettere a)-d), Dm 462/1998 (ad es. autocarri, veicoli speciali) e per i rimorchi.

Modalità di versamento:› presso gli uffici postali;› presso le tabaccherie autorizzate;› presso l’Aci.

FREQUENZA: ANNUALE

Articolo 17, Legge 449/1997; Dm 27 dicembre 1997; Dm 18 novembre 1998, n. 462; Dm 7 gennaio 1999; Dm 31 ottobre 2000; articolo 61, Legge 342/2000

 

Tasse automobilistiche veicoli, rinnovo

Scade oggi il termine per il rinnovo delle tasse automobilistiche scadute nel mese di febbraio per i veicoli a benzina ed eco diesel ad uso promiscuo con potenza fiscale superiore a 9 Cv se immatricolati fino al 31 dicembre 1997 o con potenza effettiva superiore a 35 Kw (o 47 Cv) se immatricolati successivamente a tale data. Nell’importo dovuto occorre comprendere l’addizionale erariale sui veicoli con potenza superiore a 185 Kw.

Modalità di versamento: presso un ufficio postale o una delegazione dell’Aci (se è stata stipulata la relativa convenzione) o presso una tabaccheria autorizzata.

FREQUENZA: ANNUALE

Articolo 17, Legge 27 dicembre 1997, n. 449; Dm 27 dicembre 1997; Dm 18 novembre 1998; Dm 7 gennaio 1999; articolo 1, commi 321 e 322, Legge 27 dicembre 2006, n. 296; articolo 23, comma 21, Dl 6 luglio 2011, n. 98, conv. con modif. con Legge 15 luglio 2011, n. 111

 

2 marzo 2023

Registrazione dei contratti di locazione 

Per i titolari di contratti di locazione ed affitto riguardanti immobili, scade oggi il termine per effettuare il versamento relativo a: •cessioni, risoluzioni e proroghe anche tacite, con effetto dall’1 febbraio 2023; •annualità di contratti pluriennali relativi ad immobili urbani successive alla prima, con inizio a partire dall’1 febbraio 2023. È stato approvato il modello RLI, da utilizzare, dal 20 marzo 2019, per la registrazione dei contratti di locazione e affitto di immobili per eventuali proroghe, cessioni, subentri e risoluzioni con il calcolo delle relative imposte ed eventuali interessi e sanzioni, e per altri adempimenti (ad esempio, comunicazione dei dati catastali ecc.). Con il modello RLI è possibile esercitare o revocare l’opzione per la cedolare secca. Il modello RLI va presentato in via telematica direttamente o tramite un intermediario abilitato. La presentazione telematica del modello può essere effettuata anche presso gli Uffici dell’agenzia delle Entrate da soggetti non obbligati alla registrazione telematica dei contratti di locazione e di affitto di immobili.

Modalità di versamento: con il modello F24 Elide, per i titolari di partita Iva, esclusivamente in via telematica, direttamente o tramite intermediari abilitati. Codici tributo – imposta di registro (locazione e affitto): 1500 – prima registrazione; 1501 – annualità successive; 1502 – cessione; 1503 – risoluzione; 1504 – proroga.

Articolo 5, comma 1, Tariffa, Allegato A, Parte I, e articolo 17, comma 1, Dpr 131/1986; articolo 21, comma 18-20, Legge 449/1997; Cm 16 gennaio 1998, n. 12/E; articolo 21, Dm 31 luglio 1998; articolo 68, Legge 342/2000; Cm 7 gennaio 2002, n. 3/E; Rm 20 febbraio 2002, n. 52/E; provvedimento agenzia Entrate 14 settembre 2006; articolo 19, comma 15, Dl 78/2010, conv. con Legge 122/2010; provvedimento agenzia Entrate 25 giugno 2010; articolo 3, Dlgs 23/2011; provvedimento agenzia Entrate 7 aprile 2011; provvedimento agenzia Entrate 31 luglio 2013; provvedimento agenzia Entrate 10 gennaio 2014; Rm 24 gennaio 2014, n. 14/E; provvedimento agenzia Entrate 17 febbraio 2016; provvedimento agenzia Entrate 15 giugno 2017; provvedimento agenzia Entrate 19 marzo 2019

Le scadenze fiscali e previdenziali che comportano versamenti e che cadono di sabato o di giorno festivo sono prorogate al primo giorno lavorativo successivo ai sensi dell’articolo 6, comma 8, Dl 330/1994, conv. con Legge 473/1994, dell’articolo 18, Dlgs 241/1997 e dell’articolo 7, comma 1, lettera h), Dl 13 maggio 2011, n. 70, conv. con modif. con Legge 12 luglio 2011, n. 106.

FONTE: Il Sole 24 ORE

Condividi questo articolo

Notizie correlate

Novità Fiscali

Finti rimborsi fiscali: phishing di nuovo in azione

Nuova ondata di false comunicazioni a firma dell’Agenzia. L’intento è quello di attirare l’attenzione di ignare vittime, invogliandole a compilare un modulo web al fine di ottenere un presunto credito

Desideri maggiori informazioni su bandi, finanziamenti e incentivi per la tua attività?

Parla con un esperto LHEVO

business accelerator